La presentazione

Sport: Bolzonello, jumping Pordenone evento ippico di richiamo

Due concorsi tra il 9 e il 18 dicembre con 300 cavalli al via. L'obiettivo della Regione è riuscire a creare un movimento turistico legato alla manifestazione

Bolzonello alla presentazione dell'iniziativa (© Regione Friuli Venezia Giulia)

Bolzonello alla presentazione dell'iniziativa (© Regione Friuli Venezia Giulia)

PORDENONE - Portare l'evento Jumping Pordenone tra i primi tre eventi ippici in Italia e, contestualmente, creare un movimento turistico legato alla manifestazione di grande impatto per il Friuli Venezia Giulia. Per il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, sono questi alcuni degli obiettivi che si intendono raggiungere con la prima edizione di Jumping Pordenone, in programma nei padiglioni della Fiera il prossimo mese di dicembre.
I dettagli dell'iniziativa sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa alla quale, oltre a Bolzonello, hanno preso parte anche l'ideatore del progetto, Valerio Pontarolo, il presidente della Federazione italiana sport equestri (Fise), Massimo Giacomazzo, i rappresentanti della Camera di Commercio di Pordenone e del Consorzio Pordenone turismo, nonché il vicesindaco del capoluogo naonense, Eligio Grizzo, e il primo cittadino di Palmanova, Francesco Martines.
Jumping Pordenone si articolerà in due concorsi ippici: nel primo, in programma dal 9 all'11 dicembre, andrà in scena il campionato regionale al quale sono attesi circa 300 atleti con i rispettivi cavalli pronti a contendersi le medaglie nelle varie categorie.

La settimana successiva, dal 15 al 18 dicembre si disputerà invece la gara nazionale a sei stelle con i migliori rappresentanti della disciplina presenti in Italia ed Europa.
Il Gran premio, in programma sabato 17, consentirà al pubblico di assistere alle prove più spettacolari che vedranno i trecento binomi affrontare gli ostacoli posti fino a 160 centimetri.
Il giorno successivo invece si terrà il piccolo Gran premio con altezze degli ostacoli fino a 145 centimetri. Regista dei percorsi sei stelle sarà Uliano Vezzani, chef de piste delle più importanti manifestazioni internazionali.
Come spiegato dagli organizzatori, l'evento del 2016 vuole essere un trampolino di lancio affinché Jumping Pordenone diventi, in poco tempo, il terzo concorso a livello nazionale e il secondo indoor, dopo piazza di Siena a Roma e quello organizzato in fiera a Verona.

Nell'illustrare l'iniziativa, Bolzonello ha evidenziato che la manifestazione di Pordenone sarà un evento sportivo ma con il
focus orientato sull'aspetto turistico in considerazione dell'alta potenzialità del concorso di attrarre atleti e pubblico.
«La scelta di puntare su Pordenone - ha spiegato il vicepresidente - è dovuta al fatto che i padiglioni della Fiera sono una vera e propria struttura indoor già più volte collaudata per ospitare eventi di questo tipo. La collaborazione con la Fise garantirà poi sia la qualità del concorso sia la profonda attenzione tanto per il cavallo quanto per l'atleta in gara».
Sotto il profilo turistico, Bolzonello ha inoltre ricordato come Jumping Pordenone permetterà di diversificare l'offerta, accostando a quella tipicamente pordenonese, legata al cliente business, anche quella più propriamente sportiva e già sperimentata in altre occasioni durante l'anno.
«Jumping Pordenone - ha detto il vicepresidente - ci consentirà di allungare la stagione turistica con un evento di grande
prestigio, per il quale ci attendiamo un ritorno con effetto moltiplicatore a due cifre rispetto l'investimento compiuto. Inoltre innescheremo alcune sinergie con il territorio, coinvolgendo la Camera di commercio attraverso la sua azienda speciale Concentro nonché il consorzio Pordenone turismo per l'accoglienza degli ospiti»
.