salute

Telesca, misurare i costi della prevenzione è importante per il Fvg

La misurazione della spesa nel settore della prevenzione è un ottimo strumento per consentire di valutare quale sia l'efficacia dell'investimento compiuto ma è soprattutto una cartina tornasole per spiegare ai cittadini come sono state utilizzate le risorse pubbliche in un ambito molto importante per la vita quotidiana

Telesca, misurare i costi della prevenzione è importante per il Fvg (© Regione Friuli Venezia Giulia)

Telesca, misurare i costi della prevenzione è importante per il Fvg (© Regione Friuli Venezia Giulia)

PORDENONE - «La misurazione della spesa nel settore della prevenzione è un ottimo strumento per consentire di
valutare, a chi prende le decisioni, quale sia l'efficacia dell'investimento compiuto. Ma è soprattutto una cartina
tornasole per spiegare ai cittadini come sono state utilizzate le risorse pubbliche in un ambito molto importante per la vita quotidiana»
. Lo ha detto l'assessore alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Maria Sandra Telesca, partecipando a Pordenone alla presentazione del progetto di ricerca 'Prodotti finiti Fvg' riguardante i sistemi di contabilità per i servizi di prevenzione con obiettivi di tipo manageriale.

Lo studio è stato proposto dall'Azienda per l'assistenza sanitaria n.5 Friuli Occidentale quale ente capofila che vede
collaborare anche le altre aziende sanitarie della regione. Il progetto, che vede interessata anche la Scuola superiore di studi universitari Sant'Anna di Pisa, è stato finanziato dall'Amministrazione regionale per quasi 200mila euro, coprendo circa l'80 per cento del costo di realizzazione.
Una volta completato, l'obiettivo generale del progetto è quello di fornire alla Regione e alla sanità del Friuli Venezia Giulia un sistema di misurazione delle attività di prevenzione. Ciò al fine di dare un valido supporto nella programmazione e distribuzione delle risorse ma anche per la valutazione della qualità e dell'appropriatezza delle prestazioni.

Si andrà così a definire un sistema standardizzato sia di descrizione dei processi e delle attività compiute in questo
ambito, sia dei costi delle attività afferenti al settore. Inoltre servirà per predisporre uno strumento di analisi del
contesto in cui operano i dipartimenti in Friuli Venezia Giulia e per effettuare delle analisi di produttività del comparto.
«Quello compiuto dall'Ass5 - ha detto Telesca - è uno studio di grande rilievo perché crea uno strumento di dialogo con i cittadini, mettendo così in sintonia il mondo sanitario con l'opinione pubblica. È estremamente utile spiegare alle persone il modo in cui vengono utilizzate le risorse nella prevenzione, un settore sul quale si lavora molto e che spesso viene dato per scontato o poco percepito. Questo lavoro ci permette quindi di accendere i riflettori in un ambito che la Regione ritiene essere di importanza strategica».

Telesca ha poi evidenziato come, sotto il profilo strettamente economico, lo studio sia di grande rilievo «in quanto ci permette di capire la qualità dell'investimento compiuto. La Regione si è impegnata a destinare le giuste risorse alla prevenzione ed ora questo strumento ci fornirà il feedback sull'efficacia della spesa. Misurarsi per fare sempre meglio - ha concluso Telesca - deve essere lo spirito che anima la nostra sanità».